Gli ebrei a Torino durante il Risorgimento

Dopo la parentesi napoleonica, le discriminazioni furono sempre più dure sotto Vittorio Emanuele I, che tra le altre cose vietò la costruzione di nuove sinagoghe, proibì agli ebrei l’acquisto di case e impose restrizioni al commercio. Fu solo con lo Statuto Albertino