La Torino di Antonio Gramsci

All’inizio del ‘900 , Torino stava velocemente trasformandosi in una moderna metropoli industriale. Il traffico delle auto e dei tram, ancora modesto, era tale comunque da spaventare un viaggiatore che provenisse dalla provincia.     “Provo una specie di ribrezzo a fare delle camminate, dopo che ho corso il rischio Leggi tutto…

Il Mezzanino di lungo Dora Firenze

“Passai l’inverno senza soprabito, con un’abitino di mezza stagione buono per Cagliari. Verso il marzo 1912 ero ridotto tanto male che non parlai per qualche mese: nel parlare sbagliavo le parole. Per di più abitavo sulle rive della Dora, e la nebbia gelata mi distruggeva” E’ il giovane Antonio Gramsci Leggi tutto…

“Il Grido Del Popolo”

Era il 1917, per Gramsci, 26 anni, studente il lettere fuori corso,  è il tempo del garzonato giornalistico. Infervorato dagli ideali politici socialisti, si getta a frequentare l’ambiente della Torino che gli offriva la possibilità di dare voce alle sue riflessioni politiche e sociali.     Lavora all’edizione piemontese del Leggi tutto…

Casa Gramsci

“Credi pure che è un bell’affare uscire di casa e attraversare la città coi brividi, e poi al ritorno, trovare una stanza fredda e non sapersi, e non potersi riscaldare, ma dover rimanere per un paio d’ore ancora coi brividi, il peggio si è che la preoccupazione del freddo non Leggi tutto…