Caffè Florio

Sotto il Regno di Carlo Alberto, Torino conosce un periodo di trasformazione importante, a partire soprattutto dagli anni successivi al 1840. Il Re inaugura una stagione di caute riforme e Torino si sviluppa. Cresce il numero degli abitanti, che passa da circa 80.000, durante il periodo del dominio di Napoleone, Leggi tutto…

Osteria della Dogana Nuova

«è un giovane piccolo, e magro, nervoso all’apparenza, che parla a scatti molto velocemente con un curioso accento»; mentre nel 1800, al tempo del passaggio delle Alpi e della battaglia di Marengo, è «alquanto smunto, e ‘l naso aveva alcun poco inarcato, e l’occhio all’ombra di grave ciglio marcato […] Leggi tutto…

Baratti & Milano

Il primo capitolo del celeberrimo locale torinese inizia in un’umile bottega in via Dora Grossa, quando nel 1858 i confettieri Ferdinando Baratti e Edoardo Milano aprirono la loro pasticceria. Non vi era molto spazio per nuove attività commerciali al tempo, poiché ogni bar o caffè viveva su una fedele clientela Leggi tutto…

Stratta

“Lire 2.547 e 60 centesimi” per “29 chili di marron glacés, 18 di sorbetto, 37 di frutti caramellati, paste, confetture e meringhette” così recita una fattura firmata dallo statista Camillo Benso Di Cavour. Questa famosa pasticceria ha più di un secolo e mezzo di storia e ricevette illustri riconoscimenti fra Leggi tutto…

Piola Ranzini

Una semplice insegna recita “Emilio Ranzini, caffè e vini”, il look sobrio e sincero di questa storica piola (aprì addirittura nel 1848!) ci riporta agli anni della Torino industriale di fine ottocento, quando masse operai usciti dalle officine si riversavano per un bicchiere di vino in osterie come quella che Leggi tutto…