ANFITEATRO

Published by admin on

L’ANFITEATRO L’anfiteatro romano era un grande edificio ellittico, molto simile ai moderni stadi sportivi, in cui tutti i cittadini si riunivano per assistere agli spettacoli. Quello di Augusta Bagiennorum misurava 105,60 x77 metri circa ed è ipotizzabile un’altezza superiore ai 15 metri. Esso fu completato intorno al I-II sec. d.C. Era costruito in opus incertum una tecnica muraria molto efficace, che alternava ciottoli di fiume spezzati e doppie file di grandi mattoni in laterizio, così da rendere il tutto più resistente. Internamente si componeva di uno spazio aperto ellittico in terra battuta, l’arena, circondato dalle gradinate della cavea. Molto probabimente era dotato di un velarium una grande tenda sostenuta da pennoni di legno, che proteggeva gli spettatori dal sole e dalle intemperie. Gli spettatori entravano dai grandi fornici posti sul perimetro e da qui un sistema di gallerie e scale interne permetteva loro di raggiungere il proprio posto, uscendo da corridoi detti vomitoria, tutti affacciati al grande spazio centrale dell’arena. Le autorità e le persone importanti sedevano nella parte bassa delle gradinate (ima cavea) e nelle logge a loro riservate. Gli altri potevano trovar posto nella parte superiore (summa cavea). Nell’anfiteatro si assisteva ai ludi spettacoli che duravano intere settimane: erano combattimenti tra gladiatori (munera) o tra gladiatori e animali come leoni e tigri (venationes) o anche vere e proprie battaglie navali (naumachie). Per quest’ultimi l’arena veniva riempita con l’acqua proveniente dall’acquedotto cittadino. Oggi è possibile vedere un buon tratto della parte bassa della struttura esterna rivolta a Nord, grazie agli scavi condotti nel 2001-2003, mentre la restante parte non è ancora stata messa in luce.

This content is also available in: English (Inglese)

Categories: Benevagienna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.