Stratta

“Lire 2.547 e 60 centesimi” per “29 chili di marron glacés, 18 di sorbetto, 37 di frutti caramellati, paste, confetture e meringhette” così recita una fattura firmata dallo statista Camillo Benso Di Cavour. Questa famosa pasticceria ha più di un secolo e mezzo di storia e ricevette illustri riconoscimenti fra Read more…

Palazzo Graneri della Roccia

Questo antico palazzo seicentesco ha celebrato con il suo regale splendore importanti feste e cruciali momenti della storia torinese e italiana. Un esempio sono i festeggiamenti per la vittoria contro le truppe francesi assedianti, nel 1706, ma poi con il costituirsi del Circolo Degli Artisti E Delle Feste a metà Read more…

Cappella dei Mercanti

Certo, fa impressione immaginare i membri della Congregazione dei Banchieri, dei Negozianti e dei Mercanti ovvero, tre categorie che ci si immagina come la quintessenza della laicità, del pragamtismo e della concretezza che,  alla fine del ‘600, decide di costruirsi una cappella per avere uno spazio che fosse un luogo Read more…

Piola Ranzini

Una semplice insegna recita “Emilio Ranzini, caffè e vini”, il look sobrio e sincero di questa storica piola (aprì addirittura nel 1848!) ci riporta agli anni della Torino industriale di fine ottocento, quando masse operai usciti dalle officine si riversavano per un bicchiere di vino in osterie come quella che Read more…

La Consolata

La storia narra che un icona, raffigurante la Madonna, durante i vari rimaneggiamenti della chiesa andò perduta. Un cieco,  proveniente da Briançon, giunse in pellegrinaggio, sostenendo di aver ricevuto dapprima in sogno, e poi in miracolosa apparizione nei pressi di Pozzo Strada, a ovest di Torino, la Madonna.  Quest’ultima le Read more…