La Tettoia Pinardi

“La partenza dall’oratorio, era una scena indimenticabile. Usciti di chiesa ognuno diceva mille volte “buona sera”, ma non si decideva a staccarsi dagli altri compagni.  Avevo un bel dire: “andate a casa che si fa notte e i parenti vi aspettano” Era inutile. Si stringevano intorno a me, sei dei Read more…

La Torino di Antonio Gramsci

All’inizio del ‘900 , Torino stava velocemente trasformandosi in una moderna metropoli industriale. Il traffico delle auto e dei tram, ancora modesto, era tale comunque da spaventare un viaggiatore che provenisse dalla provincia. “Provo una specie di ribrezzo a fare delle camminate, dopo che ho corso il rischio di andare Read more…

Il Prato del Rondò

Di cosa avremmo bisogno, più di ogni altra cosa, se ci trovassimo a passare le nostre intere giornate girovagando, per strada od in altri posti pubblici, guardando le persone che incontriamo come potenziali nemici, di cui preoccuparci che non ci rubino le poche cose che possediamo? Avremmo bisogno di un Read more…

Palazzo Nuovo

Palazzo Campana, 1968, il Movimento Studentesco occupa il palazzo universitario dando inizio ad anni di lotte contro il potere accademico, unite agli scioperi operai. Un periodo complesso e convulso in cui l’aria di rivolta si respirava in ogni angolo della città; ovunque spiccavano simboli della contestazione con bandiere Viet Cong, Read more…

Osteria della Dogana Nuova

«è un giovane piccolo, e magro, nervoso all’apparenza, che parla a scatti molto velocemente con un curioso accento»; mentre nel 1800, al tempo del passaggio delle Alpi e della battaglia di Marengo, è «alquanto smunto, e ‘l naso aveva alcun poco inarcato, e l’occhio all’ombra di grave ciglio marcato […] Read more…

La Gran Madre di Dio

Andiamo per un momento alla Torino del primo decennio del ‘800. L’11 settembre 1802, il Piemonte, conquistato dall’esercito di Napoleone, veniva annesso alla Francia. Bisogna dire che i nuovi dominatori fecero di tutto per guadagnarsi le simpatie dei nobili torinesi, tanto che, in occasione di un passaggio di Napoleone a Read more…

Il Museo Nazionale del Cinema

Il museo che avete di fronte a voi è il frutto della caparbietà di una grande intellettuale purtroppo, ormai poco conosciuta. Si chiamava Maria Adriana Prolo ed era figlia di un’agiata famiglia di Novara, nata nei primi del Novecento, fin da piccola dimostrò un’ostinata testardaggine e un temperamento ribelle, allo Read more…